Trump a Bruxelles: fra i temi terrorismo e clima

Dopo la breve tappa italiana di ieri, il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump oggi approda a Bruxelles per una due giorni di colloqui diplomatici con i leader dell’ UE. Fra i temi più caldi delle discussioni troviamo in primo piano soprattutto la lotta al terrorismo e il clima, con qualche breve accenno al ruolo di Mosca nella guerra in Ucraina.

La prima tappa di Trump è stata la sede del Consiglio Europeo, dove è arrivato alle 10 per i colloqui con i presidenti della Commissione e del Consiglio Europeo, Jean-Claude Juncker e Donald Tusk. Dopo una prima sessione a tre, sono stati raggiunti dal presidente del Parlamento Europeo, Antonio Tajani, e dall’Alto rappresentante dell’Ue per la politica estera, Federica Mogherini.

A fine incontro le parole di Tusk affermano che i leader mondiali intervenuti sono “d’accordo in molte aree”, e in particolare sul contrasto al terrorismo, ma restano distanti sul commercio e sul clima, e in parte anche sul rapporto con la Russia, anche se non è in discussione la linea comune rispetto al ruolo di Mosca nel conflitto in Ucraina. Agli occhi di Juncker, il confronto è stato “cordiale e amichevole”.

Secondo alcune fonti il presidente Trump invece avrebbe espresso preoccupazione per la probabile perdita di alcuni posti di lavoro negli Stati Uniti come diretta conseguenza della Brexit. Trump ha anche incontrato il neoeletto presidente francese Emmanuel Macron, nella residenza dell’ambasciatore degli Stati Uniti a Bruxelles.

Con il vertice del G7 di Taormina ormai alle porte questi incontri sono serviti come modo per “tastare il terreno”, che riguarda in particolar modo due temi che stanno molto a cuore al presidente americano: l’aumento della spesa per la Difesa da parte dell’Ue e del Canada e un ruolo maggiore dell’Alleanza nella lotta contro lo Stato islamico.

Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published. Name and email are required