Testamento: il tipo olografo

Quando si devono mettere per iscritto le proprie volontà, uno dei metodi più utilizzati è il testamento olografo. Questo tipo di documento presenta sia vantaggi che svantaggi che andremo ad illustrare nel post seguente. Vediamo dunque insieme se conviene o meno ricorrere a questa scelta o se è meglio optare per altre tipologie.

 

Le caratteristiche che del testamento olografo

Come suggerisce il nome, la caratteristica principale che contraddistingue il testamento olografo dagli altri tipi del medesimo documento, è il fatto che sia stato redatto a mano direttamente dal testatore (colui che esprime le proprie volontà). A questo fondamentale aspetto se ne uniscono altri due perché il documento possa essere considerato valido per legge: la data e la sottoscrizione.

Naturalmente chi lo redige deve essere in pieno possesso delle proprie facoltà e non deve essere sottoposto ad alcuna costruzione o clausola. Questo è anche uno degli svantaggi più comuni, poiché gli eredi che non concordano con il contenuto, possono sempre fare ricorso impugnando il documento dichiarando interdetto il testatore, sarà poi compito del giudice determinare la legittimità della richiesta.

Altro vantaggio/svantaggio è la deperibilità del testamento olografo, che deve essere iscritto su materiale cartaceo o qualunque altro materiale che permetta la scrittura a mano. Ciò significa che se non viene conservato con dovizia, esso può essere soggetto sia al decadimento del materiale, sia allo smarrimento da parte di chi lo ha in custodia.

D’altra parte, la fisicità del documento permette a quest’ultimo di essere nascosto e conservato segretamente fino al momento in cui dovrà essere aperto.

Concludendo, se si decide di redigere un testamento olografo, è sempre bene avere come punto di riferimento un notaio esperto che possa indirizzare il testatore nella scrittura, con l’uso di termini tecnici non fraintendibili al momento della lettura ufficiale agli eredi.

Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published. Name and email are required