Terremoto – Le richieste del governo all’ UE

Mentre si continua a scavare fra le macerie nelle provincie colpite dal sisma di qualche giorno fa, il Governo si è mobilitato sul fronte politico rivolgendosi principalmente all’ Unione Europea. A dircelo è il Ministro dell’ Ambiente Gian Luca Galletti attraverso un tweet in cui, rivolgendosi al governo di Bruxelles ed in particolare al commissario Karmenu Vella, chiede una maggiore attenzione negli investimenti per Italia e paesi UE sulla sicurezza del territorio, invitando l’Europa a una maggiore flessibilità sul tema.

In attesa della risposta dell’ Europa, attesa nei prossimi giorni, il Governo ha già predisposto alcune manovre utili al rafforzamento della sicurezza sul territorio delle regioni colpite: In primo luogo vi è l’erogazione dei fondi destinati alle emergenze che l’ UE mette a disposizione agli stati membri in occasioni di catastrofi naturali e simili; in secondo luogo vi è la richiesta da parte dell’Italia di poter usufruire del sistema satellitare Copernicus.

Quest’ ultima richiesta in particolare arriva da parte della Protezione Civile che spera, impiegando il potente strumento di osservazione, di poter monitorare 24 ore su 24 i cambiamenti morfologici dell’ area interessata dal sisma, garantendo così un intervento tempestivo laddove vi fossero avvisaglie di pericolo. Ricordiamo inoltre che l’Italia ha dato un contributo ingente, sia finanziario che esecutivo, nella costruzione di Copernicus.

La nostra vicinanza va a tutti gli sfollati che, pur vivendo ancora nella paura a causa delle forti scosse di assestamento che continuano a scuotere la terra, hanno deciso di rimettersi subito al lavoro, al fianco dei soccorritori, per tornare al più presto alla normalità.

Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published. Name and email are required