Insulti ad un atleta paraolimpico

insulti atleta paraolimpico

La vicenda è di qualche giorno fa e porta al contempo amarezza e preoccupazione per l’ignoranza che ancora esiste sugli atleti affetti da disabilità. Gli insulti all’ atleta paraolimpico Loris Cappanna, sono giunti da un biglietto anonimo inserito nel tergicristallo dell’auto dell’atleta guida Andrea Soldati che assiste Cappanna durante le gare podistiche.

L’ atleta forlivese è infatti cieco dal 2009 ma dal 2014 ha cominciato a praticare podismo riscuotendo anche diversi successi a livello nazionale. Al termine della 10 chilometri “Sulle ali di Baracca” – in cui ha registrato il suo miglior tempo di 37 minuti e 41 secondi -, ha ritrovato l’auto dell’atleta guida Andrea Soldati, parcheggiata nello stallo dei disabili con il contrassegno regolarmente esposto, con un tergicristalli divelto e un biglietto con un messaggio anonimo: “Un disabile purtroppo non può correre, tu invece corri. Buona disabilità, sporco forlivese”.

Il messaggio, decisamente di cattivo gusto, potrebbe essere stato lasciato da un altro disabile o da un suo parente che, vedendo uscire due uomini in tenuta sportiva e apparentemente in perfetta salute dall’auto parcheggiata nel posteggio per disabili, può aver frainteso la situazione. Il fatto grave però è la dimostrazione di quanto sia ancora dannosamente diffusa l’idea secondo cui i disabili non possono fare sport.

Lo sottolinea anche la presidente del Comitato Paraolimpico dell’ Emilia Romagna Melissa Milani, esprimendo la sua solidarietà verso gli atleti vittime del gesto incivile ed asserendo con forza che “chiunque sia stato, non è possibile che pensi che correre sia una prerogativa delle persone normodotate: tutti possono farlo, le persone in carrozzina, i non vedenti, perché lo sport è per tutti”. L’incresciosa vicenda è stata posta alle forze dell’ordine ma più che per un motivo personale, i due atleti hanno voluto denunciare il fatto per sensibilizzare chi ancora vive nell’ignoranza, a superare i propri pregiudizi.

Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published. Name and email are required